Glossario

Il miglior glossario forex con tutte le parole utili a chi fà forex trading e a chi vuole imparare il forex. Con più di 700 termine è il più grande glossario forex presente in rete.

INDICE ALFABETICO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | Z |

A

Accrual – La ripartizione dei premi e degli sconti nelle operazioni forward exchange che si riferiscono direttamente a deposit swaps (Interest Arbitrage), durante il periodo di ogni operazione.

Adjustment – È di norma una azione ufficiale per cambiare la politica economica interna o correggere uno sbilancio di pagamenti in un tasso officiale di una valuta.

Agent Bank – Solitamente è una banca che agisce per una banca estera.

Aggregate Demand – La domanda totale di beni e servizi nell’economia. Include la domanda di beni e servizi del settore pubblico e privato all’interno del paese e la domanda di beni e servizi di consumatori e società in altri paesi.

Aggregate Risk – Dimensione dell’esposizione di una banca verso un singolo cliente per entrambi i contratti spot e forward.

Aggregate Supply – L’offerta totale di beni e servizi nell’economia da fonti nazionali (importazioni incluse) disponibile ad incontrare la domanda aggregata.

American-Style Option – Una opzione che può esercitata in qualsiasi momento prima della sua scadenza.

Analisi fondamentale – Il Forex trading che è focalizzato sui cambiamenti macroeconomici che influenzano il valore della moneta.

Analisi tecnica – Suppone che i cambiamenti futuri in una valuta possono essere preveduti esaminando il suo comportamento nel passato, usando le direzioni dei diagrammi (i tracciati dei grafici)

Andamento – modo in cui si muove un prezzo. L’andamento può essere al ribasso (se il prezzo scende) o al rialzo (se il prezzo sale.

Andare long – effettuare operazioni di acquisto valute

Andare short – effettuare operazioni di vendita valute

Appreciation – Il rafforzamento di una valuta nei confronti di un’altra.

Apprezzamento – Una valuta si “apprezza” quando si rafforza nel prezzo in risposta alla domanda di mercato

Arbitrage – L’acquisto o la vendita di uno strumento e la simultanea apertura di una posizione opposta in un mercato, al fine di trarre vantaggio del differenziale di prezzo sullo strumento fra I mercati.

Aroon – Un sistema di indicatori tecnici che possono essere utilizzati per determinare se uno strumento si trova in un trend definito e la forza del suo trend. L’oscillatore Aroon segnala un trend rialzista quando sale sopra zero e un trend ribassista quando scende sotto lo zero. Più l’oscillatore si allontana dallo zero più il trend è forte.

Aroon Oscillator – Un indicatore tecnico chiamato Oscillatore Aroon può essere costruito togliendo l’Aroon (giù) dall’Aroon (su). Siccome l’Aroon (su) e l’Aroon (giù) oscillano fra 0 e +100, l’Oscillatore Aroon oscilla fra -100 e 100 con zero come origine.

Ascending Trend Channel – Una linea ascendente che collega tutti i minimi ed è parallelo ad una trendline. La ascending channel line insieme alla trendline forma i bordi di un trend rialzista. Questa è una configurazione rialzista.

Ascending Triangle – Un andamento laterale dei prezzi tra due trendlines convergenti in cui la trendline inferiore è in aumento, mentre la trendline superiore è piatta. Questo è generalmente un pattern rialzista.

Ask price (Prezzo di richiesta) – (è noto anche come Prezzo di acquisto o Prezzo di offerta) Il prezzo di acquisto (a destra della quotazione) è il prezzo al quale gli operatori possono acquistare la valuta di base. Se si pensa che il valore di un EUROaumenter?, si pu? scegliere di acquistare un EURO per un USD al prezzo della quota di acquisto visualizzato.

Ask – Il prezzo al quale un cliente può comprare una coppia di valute. Si utilizzano spesso anche i termini ‘offer,’ ‘ask price,’ e ‘ask rate.’

Asset – Un saldo positivo o, nel contesto del mercato valutario, il diritto a ricevere una valuta specifica da una controparte (broker) previsto da un esistente forward o stop.

Asset Allocation – Tecnica consistente nel dividere i propri fondi fra diversi strumenti finanziari al fine di ridurre il rischio.

At Best – Istruzione data al dealer per comprare o vendere al miglior prezzo ottenibile.

At or Better – Un ordine da trattare ad un prezzo specifico o migliore.

Aussie – Termine utilizzato nel Forex per indicare il dollaro australiano.

Authorized Dealer – Una istituzione finanziaria autorizzata a trattare nel Forex.

Average Directional Index (ADX) – Un indicatore tecnico e parte del sistema degli indicatori direzionali di movimento sviluppato da J. Welles Wilder. La linea ADX è basata sullo spread fra le linee +DI e -DI dello stesso sistema.

Average True Range (ATR) – Un indicatore tecnico che misura la volatilità di uno strumento finanziario. Alti valori dell’ATR indicano alta volatilità e potrebbero essere un’indicazione di panic selling o panic buying. Bassi valori dell’ATRindicano un movimento laterale dello strumento.

TORNA SU

B

Back Office – Un dipartimento finanziario responsabile per l’esecuzione, l’amministrazione e il reporting.

Back Testing – È un test della performance della strategia di una strategia di trading basata sui dati storici prima di applicare la strategia ai dati in tempo reale.

Balance of Payments – Una registrazione sistematica delle transazioni economiche di un paese nel corso di un dato periodo di tempo. (1) Il termine è spesso utilizzato con il significato di: (i) saldo nei “conti corrente”; oppure (ii) il conto attuale più certi movimenti di capitale a lungo termine. (2) La combinazione della bilancia commerciale, della bilancia delle partite correnti, della bilancia delle partite invisibili e dei movimenti di capitale, che insieme formano la bilancia dei pagamenti totali. Una bilancia dei pagamenti in deficit per un periodo di tempo prolungato tende a portare diminuzioni dei movimenti di capitale e o a cali nel valore delle valute

Balance of Trade –  Bilancia Commerciale: Il valore delle esportazioni di un Paese meno le sue importazioni.

Banca Centrale (Central Bank) – Istituzione bancaria che gestisce la politica monetaria di una nazione.

Band o Trading Band – È l’intervallo in cui una valuta può muoversi nei confronti di un’altra, in base alle restrizioni imposte sulla valuta dalle autorità governative.

Bank Line – Linea di credito garantita da una banca ad un suo cliente, anche conosciuta come “linea” o “linea di credito”.

Bank Rate – Il tasso al quale una banca centrale è pronta a prestare denaro al sistema bancario nazionale.

Base currency – La “valuta base” che compone una coppia per lo scambio, ed è la prima valuta indicata nello scambio (nella coppia EUR/USD la valuta base è rappresentata dall’Euro).

BCE (Banca Centrale Europea) – Banca con sede a Francoforte.

Bear (Ribassista) – Chi pensa che i prezzi/il mercato possano calare.

Bear Market (Mercato ribassista) – Mercato nel quale i prezzi calano repentinamente a causa del pessimismo generale (il contrario del mercato “Bull”).

Bid – Viene detto Bid il prezzo di una valuta.

Bid price (prezzo dell’offerta) – (? noto anche come Prezzo di vendita) Il prezzo dell’offerta (a sinistra della quotazione) ? il prezzo al quale i commercianti possono vendere la valuta di base. Se si pensa che il valore di un EURO diminuir?, si pu? scegliere di vendere un EURO per un USD al prezzo della quota di vendita visualizzato.

Bid/Ask Spread (Spread domanda/offerta) – Si veda “spread”.

Bidirezionalità – Opportunità di prendere una posizione sul mercato sia rialzista che ribassista.

BOC – Bank of Canada, Banca Centrale del Canada.

BOE (Bank Of England)
 – Banca d’Inghilterra.

BOJ (Bank Of Japan) – 
Banca del Giappone.

Bollinger Bands – Un indicatore tecnico che permette all’utente di comparare la volatilità e i livelli di prezzo in un determinato periodo di tempo. Consiste in tre bande disegnate per coprire la maggior parte dell’azione dei prezzi di un titolo. I prezzi di solito incontreranno resistenze nella banda superiore e supporti nella banda inferiore.

Bonus – Quantità di denaro extra offerta dal broker in seguito ad una promozione. Solitamente il bonus è legato ad un versamento e non è prelevabile.

Book – Il rendiconto delle posizioni in valuta tenute da un dealer o da un trader. Un insieme di assets e passività.

Bretton Woods Accord of 1944 (Accordo di Bretton Woods del 1944) – L’accordo che stabiliva tassi di cambio fissi per le principali valute, grazie agli interventi delle banche centrali sui mercati valutari, e avendo fissato il prezzo dell’oro a 35$ US l’ oncia. L’accordo è durato fino il 1971. Maggiori informazioni su Bretton Woods.

Bretton Woods – Il luogo della conferenza che nel 1944 ha portato alla creazione del sistema valutario del dopoguerra che rimase intatto fino al 1971. La conferenza ha anche portato alla creazione del IMF ( Fondo Monetario Internazionale). Il sistema fissava le valute in un cambio fisso con solo l’1% di fluttuazione possibile.
Broker – Si riferisce ad un individuo o ad una società che agisce come intermediario, radunando i compratori e i venditori insieme al prezzo di una commissione pagata dall’iniziatore della transazione.

Bull (“al rialzo”) – Chi ritiene che i prezzi/il mercato registreranno un rialzo.

Bull Market (Mercato in rialzo) – Mercato caratterizzato da prezzi al rialzo.

Bundesbank – La Banca Centrale Tedesca.

Buy = (comprare) –  posizionarsi long sul mercato con aspettative rialziste;

Buy Limit  – ordine per l’acquisto di un dato strumento ad un prezzo sottostante il valore attuale. Quando il mercato arriverà al prezzo limite, scatterà il buy limit che diventerà un ordine al meglio;

Buy Signal – Una condizione che indica che è il tempo giusto per comprare uno strumento finanziario. Le esatte circostanze del segnale sono determinate dall’indicatore che un analista usa. Per esempio viene considerato un segnale di buy quando il MACD supera la sua linea di segnalazione.

Buy Stop – ordine per l’acquisto di un dato strumento ad un prezzo superiore al livello impostato. Se il mercato, supera il prezzo impostato (trigger) l’ordine va a mercato e viene eseguito;

Buying Rate – Il prezzo che il market maker è disposto a pagare per comprare una valuta. Spesso è chiamato bid rate.
TORNA SU

C

Cable – Termine utilizzato nel Forex per indicare il cambio GBP/USD. Questo termine è dovuto al fatto che in passato il prezzo veniva trasmesso attraverso un cavo transatlantico.

Call Rate – Il tasso di interesse interbancario overnight.

Candela giapponese – Metodo di rappresentazione grafica dell’andamento dei prezzi che segnala valore di apertura, chiusura, massimo e minimo di un determinato lasso di tempo.

Candle Stick – vedi candle stick chart

Candlestick Chart – Un tipo di modello grafico giapponese che è diventato molto popolare in Occidente. Una linea stretta mostra la gamma dei prezzi giornalieri. Un corpo largo segnala l’area fra la apertura e la chiusura. Se la chiusura è superiore alla apertura, il corpo della candela è verde o blu; se la chiusura è inferiore alla apertura, il corpo della candela è rosso

Capital gain – Guadagno realizzato sul capitale investito.

Capital Risk – Il rischio gravante su una banca di dover pagare ad una controparte senza conoscerla e senza sapere se la controparte sarà in grado di rispettare i suoi impegni.

Capitale – La quantità di denaro disponibile per fare forex trading.

Carry Trade – È la strategia di comprare valute ad alto tasso di interesse contro valute con basi tassi di interesse per un lungo periodo di tempo, con l’intenzione di chiudere la posizione a spot in una data futura e ottenere il profitto.

Cash – Si riferisce di norma ad una transazione saldata lo stesso giorno in cui l’operazione è stata ordinata. Questo termine è usato soprattutto nei mercati finanziari del Nord America.

Cash Delivery – Regolamento nello stesso giorno.

Cash Market (Mercato contanti) – Mercato delle operazioni concrete d’acquisto e di vendita delle valute.

Cash Settlement – Una procedura per risolvere un contratto futures in cui la differenza cash fra il prezzo futuro e il prezzo di mercato è pagata al posto della consegna fisica.

Central bank – La banca “centrale” o di riferimento di ogni Nazione, come ad esempio la Banca Centrale Europea (BCE) o La Federal Reserve (FED) Statunitense.

Chart – Grafico. Nel forex per chart intendiamo un grafico di un cross (coppia di valute). Chart EUR/USD, chart EUR/YEN ecc…

Chartist – Un individuo che studia grafici e serie storiche per trovare il trend o predire inversioni di tendenza attraverso l’osservazione di alcuni pattern (configurazioni di prezzo) e di caratteristiche dei grafici per determinare livelli di resistenza, patterns testa e spalle, doppio minimo o doppio massimo che sono conosciuti per indicare inversioni di tendenza.

Clean Float – Un tasso di cambio che non è materialmente affetto da interventi ufficiali.
Cleared Funds,Fondi Effettivi. Fondi che sono liberamente disponibili, usati per risolvere un affare.

Clearing, Compensazione – Il metodo di fissare un affare.

Closed Position – Una posizione originaria che avuto una posizione opposta di uguale importo aperta contro di lei. Questa operazione genera un profitto o una perdita.
Collateral, Garanzia. Qualcosa dato per assicurarsi un prestito o come garanzia di esecuzione.

Conto Demo – Conto forex per esercitarti a fare trading con soldi finti. Tutti i broker offrono la possibilità di aprire un conto demo prima di fare trading con soldi veri.

Conto di prova – vedi conto demo

Contract – Un accordo di vendere o comprare un determinato importo di una particolare valuta o opzione per un mese specifico nel future (Vedi Futures contract).

Contratto – Unità standard di trading.

Conversion – Il processo con il quale una attività o passività denominata in una valuta viene scambiata in una attività o passività denominata in un’altra valuta.

Convertible Currency (Valuta convertibile) – Le valute che possono essere liberamente convertite con altre valute o con l’oro senza autorizzazioni speciali della banca centrale competente.

Copey – Termine utilizzato per indicare la corona danese.
Correspondent Bank – Banca straniere rappresentante che offre regolarmente servizi ad una banca che non ha un ramo in un centro finanziario principale.

Counter currency (La Controvaluta) – (? nota anche come Quota valuta, o Valuta PIP) La Controvaluta ? la seconda valuta in ogni coppia di valute. Il suo valore ? determinato nei confronti del valore della valuta di base (Ad esempio, nella seguente coppia di valute EURO/USD, gli USD sono la controvaluta)

Counter party (Controparte) –  Il cliente o la banca con le quali o con la quale si conclude una transazione estera. Il termine è utilizzato anche sul mercato dei cambi valutari e dei tassi d’interesse per indicare i partecipanti allo scambio-swap.

Country Risk – Il rischio gravante sul prestatore a seconda della sua localizzazione in un paese particolare. Questo comporta la valutazione di fattori economici,politici, sociali e geografici.

Cover – Il chiudere o l’effettuare una copertura su una operazione esistente.

Crawling Peg – Un metodo di adeguamento del tasso di cambio, il tasso è fisso / ancorato, ma aggiustato in determinati periodi in accordo a alcuni indicatori economici e di mercato.

Credit Risk – Rischio di perdita che può sorgere su posizioni aperte in caso di mancato rispetto dei propri obblighi da parte della controparte.

Cross Currency Pairs – Una coppia di valute che non contengono il dollaro US, ad esempio EUR/JPY.

Cross rate (Tasso di cambio incrociato) – una quotazione dei prezzi consistente in qualsiasi valuta che ? quotata contro una valuta che non ? l’ USD (dollaro statunitense). La quotazione ? composta dal tasso di cambio delle due valute contro l’ USD (il dollaro statunitense).

Currency – Una qualsiasi forma monetaria gestita da un governo o una banca centrale come valuta a corso legale e base per gli scambi.

Currency Option (Opzioni sulle valute) – Accordo d’opzione che da diritto all’acquisto o alla vendita di una valuta in un’altra ad un tasso di cambio specificato durante un periodo di tempo determinato.

Currency Pair – Le due valute che creano una coppia di valute. Per esempio, EUR/USD è una coppia di valute.

Currency Risk (Rischio valutario) – Rischio di subire delle perdite in caso di cambiamento contrario dei tassi di cambio.

Currency Swap (Cambiamenti valutari) – Contatto che ingaggia due parti a cambiare flussi di pagamenti d’interesse in diverse valute, per un lasso di tempo stabilito in comune accordo, ed a cambiare le somme maggiori in diverse valute, alla maturazione di un tasso d’interesse prestabilito.

Currency Swaption (Opzioni di scambio valutario) – Opzione “over the counter” finalizzata a concludere un contratto di swap sulle valute.

Currency Warrant (Garanzia valutaria) – Opzione “over the counter” ; opzioni a lungo termine ( più di un anno).

Current Account – Il saldo netto della bilancia dei pagamenti internazionali di un paese derivanti dalle esportazioni e dalle importazioni insieme ai trasferimenti unilaterali come gli aiuti agli emigranti e le rimesse.
TORNA SU


D

Day Trader – Speculatore i cui prodotti vengono liquidati prima della chiusura dello stesso giorno commerciale.

Day Trading (Scambio di giornata) – Lo Scambio di giornata si riferisce alle transazioni che vengono aperte e chiuse entro la stessa giornata di forex trading.

Deal Date – La data nella quale una transazione ha luogo.

Deal Ticket – Il metodo principale di registrazione delle informazioni di base relative ad una transazione.

Dealer – Una società o un operatore professionale all’interno della società che ha il compito di agire come controparte o attore principale in una transazione di valuta estera.

Deficit – Bilancio negativo nello scambio o nel pagamento.

Deflator – Differenza fra il Gross National Product a prezzi reali e il GDP a prezzi costanti, che è equivalente al tasso di inflazione.

Delivery – Un affare Forex in cui entrambe le parti fanno e ricevono consegne reali delle valute commerciate.

Delivery Date – La data di scadenza del contratto, quando lo scambio delle valute è effettuato; questa data è più comunemente conosciuta come value date nel Forex.

Delivery Risk – Un termine per descrivere la situazione in cui la controparte non è in grado di rispettare il suo impegno, nonostante fosse disposta al farlo.

Deposito Minimo – Quantità di denaro minima per poter effettuare forex trading. Ogni forex broker ha un deposito minimo imposto. Il broker con il deposito minimo più basso è Etoro (50 euro).

Depreciation – Una perdita di valore di una valuta causata dall’andamento del mercato.

Deprezzamento – Caduta di prezzo di una valuta a causa di forze di mercato.

Desk – Termine riferito ad un gruppo che tratta una o più specifiche valute.

Details – Tutte le informazioni necessarie richieste per una transazione. Per esempio, strumento, prezzo, date ecc.

Devaluation – Svalutazione di una valuta con il seguente rincaro dei beni importati.

Direct Quotation – La quotazione in unità fisse di una valuta estera contro un ammontare variabile di una valuta nazionale.

Directional Movement Indicator (DMI) – Un indicatore tecnico che disegna una linea positiva +DI che misura la pressione dei compratori e una linea negativa -DI che misura la pressione dei venditori. Il pattern DMI è rialzista fino a quando la linea +DI è sopra la linea –DI. L’Average Directional Index è derivato da questo sistema e basato sullo spread fra le linee +DI e –DI.

Dirty Float – La fluttuazione di una valuta quando il tasso è influenzato da un intervento delle autorità monetarie.

Discount Rate (tasso di sconto) – Tasso di interesse con cui una banca centrale concede prestiti alle altre banche. Rappresenta il termometro del mercato finanziario perché sulla sua base vengono determinati il tasso d’interesse, applicato dalle banche ai propri clienti, e il tasso interbancario, tasso che si applica ai prestiti fra le banche.

Divisa base – La Divisa base es la primera divisa en cualquier par de divisas. Su valor se determina compar?ndolo con el valor de las divisas paralelas (Por ejemplo: Si el precio del par de divisas EUR/USD es 1,3629, el EURO es la divisa base y su valor es 1,3629 USD)

Doji – Una formazione dei grafici a candele con un corpo così piccolo che il prezzo di chiusura e di apertura sono uguali. Una Doji si verifica quando l’apertura e la chiusura di quel giorno sono le stesse o prossime ad esserlo.

Dollar – USD – Valuta di riferimento degli Stati Uniti.

Dollar Rate (Tasso del dollaro) – Quando un ammontare variabile di una valuta straniera è quotato sulla base del dollaro USA, indipendentemente dal luogo di residenza del negoziatore o della valuta nella quale egli desideri investire. La sola eccezione è il tasso di cambio sterlina/Dollari USA (cable) che è quotato come ammontare variabile di dollari USA contro una sterlina.

Dollaro  – 

USD Valuta di riferimento degli Stati Uniti d’America

Dollaro (australiano)
AUD Valuta di riferimento dell’Australia

Dollaro (neozelandese)
NZD Valuta di riferimento della Nuova Zelanda

Domanda (Ask) – Prezzo al quale un negoziatore acquista una valuta. Nota anche come “corso lettera”, ovvero il prezzo al quale un venditore desidera vendere.

Double Top – Un pattern grafico di inversione che visualizza due importanti vette. L’inversione è completa quando il supporto viene rotto. Il doppio minimo è l’immagine allo specchio del doppio massimo.
TORNA SU


E

EA = (Expert Advisor) programma automatico di acquisto e vendita per la piattaformaMetatrader;

Easing – Modesto calo di prezzo.

Economic Indicator – Statistiche che indicano tassi di crescita economica, trends, salute dell‘economia ecc… come Retails Sales (Vendite al dettaglio) e Employment ( Occupazione).

EFT – Electronic Fund Transfer.

EMS – Abbreviazione per European Monetary System (Sistema Monetario Europeo, conosciuto come SME)

End Of Day Order (EOD). Un ordine per comprare e vendere ad un prezzo specifico. Questo ordine rimane aperto fino alla fine del giorno commerciale che solitamente “chiude” alle 5 del pomeriggio.

Entry Limit – Un ordine di comprare o vendere una valuta estera nei confronti di un altra ad un prezzo determinato. Al contrario degli ordini di mercato, i limit orders non possono essere completati se il mercato si sposta da un determinato prezzo.

Entry Stop – Un’istruzione per il dealer di vendere o comprare una coppia di valute quando è scambiata al di sotto di un prezzo determinato. Un buy order è un prezzo maggiore di quello di mercato, un sell order è un tasso che è minore rispetto a quello di mercato. Il loro scopo è quello di proteggere i profitti del trader e limitare le perdite.
Gli stop diventano ordini di mercato quando sono eseguiti, di conseguenza l’ordine può non essere eseguito al prezzo desiderato. Ne deriva che il rischio iniziale può essere stimato ma non garantito

eToro – uno dei migliori broker forex

EUR – La moneta unica europea, l’euro, che ha ufficialmente sostituito le valute nazionali dei paesi membri dell’Unione Europea.

Euro – EUR – Valuta di riferimento dei paesi che fanno parte della unione monetaria europea.

European Monetary Union (Unione Monetaria Europea) – L’EMU é stato fissato nel 2002 per sostituire ufficialmente le valute nazionali dei membri dei paesi EU con una singola valuta detta Euro. Attualmente l’euro è la valuta di quindici paesi dell’Unione Europea, correnti dal mediterraneo al circolo polare artico( precisamente Belgio, Germania,Grecia,Spagna,Francia;Irlanda;Italia;Lussemburgo,Paesi bassi, Austria,Portogallo e Finlandia)le banconote e le monete Euro sono in circolazione dal 1° Gennaio 2001 e fanno ora parte della vita di tutti i giorni di oltre 300 milioni di Europei che vivono nell’area dell’Euro.

European-Style Option – Una opzione che può essere esercitata solo il giorno della scadenza (Vedi American Style Option).
Eurozona, indice di costo del lavoro. Misura il tasso annualizzato dell’inflazione in relazione ai compensi pagati ai lavoratori, è visto come indice primario dell’inflazione complessiva.

Exchange Control – Regole utilizzate per preservare e proteggere il valore di una valuta di un paese.

Exchange Rate Risk (Rischi tassi di cambio) – Vedere rischi di cambio.

Exchange rate – Tasso di cambio tra due valute.

Exotic Currency – Valuta scambiata pochissimo, bassa liquidità.

Expiration – Ultimo giorno nel quale una opzione può essere esercitata.

Exposure – Nel Forex indica il potenziale guadagno o perdita di un movimento in un tasso di cambio.
TORNA SU


F

Fast Market – Rapidi movimenti in un mercato causati da forti interessi di compratori e/o venditori. In queste circostanze i livelli di prezzo possono essere omessi e i prezzi Bid e Offer possono succedersi troppo rapidamente per essere pienamente riportati; spesso succede durante l’uscita di importanti dati economici o gravi eventi mondiali

FED (Federal Reserve) – L’istituto che unisce le 12 banche dei dipartimenti finanziari americani.

Fed Fund Rate – Il tasso di interesse al quale le banche registrate possono prendere in prestito dalla FED. Questo sta anche a indicare il punto di vista della Fed sullo stato di liquidità monetaria.

Fibonacci Numbers – La sequenza dei numeri di Fibonacci (1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144,…) è costruita sommando i primi due numeri per arrivare al terzo. Il rapporto fra ciascun numero e il suo successivo è 61.8%, che è un popolare livello di ritracciamento di Fibonacci. L’inverso di 61.8% è 38.2%, usato anche questo come livello di ritracciamento. È il rapporto fra i numeri della sequenza di Fibonacci, non i vari numeri.

First In First Out (FIFO) – Primo ad entrare, primo ad uscire (FIFO). Le posizioni aperte vengono chiuse secondo la regola di contabilità del FIFO. Tutte le posizioni aperte all’interno di una particolare coppia di valute vengono liquidate nell’ordine in cui esse sono state aperte originariamente.

Fisher Effect – La relazione che esiste fra i tassi di interesse e i movimenti dei tassi di cambi, così in una situazione ideale i differenziali di tasso di interesse dovrebbero essere compensati da variazioni dei tassi di cambio. Vedi Interest rate parity.

Fixed Exchange Rate (Tasso di cambio fisso) – Tasso ufficiale fissato dalle autorità monetarie per una o più valute. In pratica, anche i tassi di cambio fissi possono oscillare all’interno di un limite massimo e uno minimo prestabiliti, guidando un intervento.

Flat/Square – Significa non avere né posizioni lunghe né posizioni corte al momento. Si puó dire che un registro è “flat” se riporta nessuna posizione o se le posizioni si annullano tutte l’una con l’altra.

Flexible Exchange Rate – Tassi di cambio con una parità fissata contro una o più valute con frequenti rivalutazioni, una forma di fluttuazione guidata.

Floating Exchange Rate – Un tasso di cambio il cui valore è determinato dalle forze di mercato. Anche le valute fluttuanti sono soggette ad interventi delle autorità monetarie. Quando questa attività è frequente la fluttuazione è conosciuta come dirty float.

Floating Rate Interest (Tasso variabile)
Contrariamente al tasso fisso, il tasso di interesse di questo tipo di transazioni oscillerá con i tassi di mercato o con i tassi di riferimento. Un esempio di tasso variabile è un’ipoteca standard.

FOMC – Federal Open Market Committee, il comitato che stabilisce negli Stati Uniti i targets di liquidità che cercano di essere raggiunti attraverso I tassi di interesse Fed Fund ecc.

Fondamentale, analisi – Analisi economica e informazione politica che ha come obiettivo la determinazione dell’andamento di mercato futuro.

Foreign Exchange o Forex o FX (Cambio di valute) – L’acquisto simultaneo di una valuta e la vendita di un’altra su di un mercato “over the counter”. La maggior parte delle operazioni FX sono calcolate in riferimento al dollaro USA.

Foreign Exchange Swap (Swap di cambi esteri) – Transazione che implica il cambio effettivo di due valute (solo per grandi somme -principal amount=capitale di base?) in una specifica data ad un tasso concordato al momento della conclusione del contratto ( “short leg”), a una data a più lungo termine ad un tasso stabilito al momento del contratto (“long leg”).

Forex – vedi la pagina Cos’è il forex

Forex Club – Gruppo formato dai principali centri finanziari al fine di incoraggiare contatti formativi e sociali fra gli operatori del mercato valutario, sotto l’egida della Association Cambiste International (ACI).

Forward – 
Contratto che ha effetto successivamente ad una data concordata: negoziazioni forward nel forex sono generalmente espresse sotto forma di margine al di sopra (premio) o al di sotto (sconto) del tasso di cambio a vista. Per ottenere l’effettivo prezzo forward FX è sufficiente aggiungere il margine al tasso di cambio a vista. Il tasso rifletterà quello che dovrà essere il tasso di cambio forex alla data di forward di modo che, se certi fondi fossero stati ricambiati a quel tasso, non si registrerebbe alcuna perdita e alcun profitto (vale a dire negoziazione neutrale). Il tasso è calcolato a partire dai relativi saggi di deposito nelle due valute di base, e dal tasso di cambio forex a vista. Contrariamente al mercato dei “future”, le negoziazioni forward possono essere adattate alle necessità delle due parti e consentono una maggiore flessibilità. Inoltre non c’è cambio centralizzato.

Forward Margins – Sconti o premi fra tasso spot e tasso forward di una valuta, di norma valutato in pips.

Forward Outright – Un impegno ad acquistare o vendere una valuta con consegna in una specifica data o periodo futuri. Il prezzo è dato dal tasso pot meno o più i punti forward per il periodo scelto. (Vedi forward).

Forward Points – I pips aggiunti o sottratti dall’attuale tasso di cambio per calcolare il prezzo di un contratto a termine.

Forward Rate – (Vai alla voce Forward)

Franco – Valuta di riferimento della Svizzera.

Free Reserves – Il totale delle riserve detenute da una banca meno le riserve richieste per legge dalle autorità.

Front Office – Le attività svolte dal dealer, le normali attività di trading.

Fundamental Analysis (Analisi di base) – 
Analisi dei dati economici e commerciali con lo scopo di determinare l’evoluzione futura dei mercati finanziari.

FX – Termine comunemente usato per riferirsi al mercato valutario e abbreviazione di Foreign Exchange.
TORNA SU


G

G7 – Le sette nazioni più industrializzate: Stati Uniti, Germania, Giappone, Francia, Inghilterra, Canada e Italia.

G10 – Include le 10 nazioni più industrializzate ed è formato dai paesi membri del G7 più Belgio, Olanda e Svezia. La Svizzera è talvolta marginalmente coinvolta.

G-8 – Le otto nazioni più industrializzate.

Gain – guadagno;

Gap – Distanza mancante tra il prezzo di chiusura e la nuova apertura di un mercato. Il prezzo salta certi valori sulla propria scala di riferimento. Nel forex è un evento che accade raramente e soltanto la domenica notte.

GDP
Gross Domestic Product (PIL)

Gestori – Persone che operano sul mercato secondo intuizioni personali.

Going Long – L’acquisto di una azione, materia prima o valuta per investimento o speculazione.

Going Short – La vendita di una valuta o di uno strumento finanziario non posseduto dal venditore.

Gold Standard – Il sistema originale per sostenere il valore di una valuta. Quando questo venne usato il prezzo dell’oro era fissato nei confronti di una valuta, questo significava che qualsiasi aumento della fornitura dell’oro non causava una diminuzione di prezzo dell’oro ma faceva salire i prezzi.

Good ‘Til Cancelled Order (GTC) – Un ordine per comprare o vendere ad uno specifico prezzo. Questo ordine rimane aperto finchè non effettuato o fino alla cancellazione da parte del cliente.

GTC (Good Till Canceled, ossia “Valido fino a cancellazione”) – Ordine realizzato con un operatore, consistente nel comperare o vendere ad un determinato prezzo. Questo ordine è valido fino al momento in cui non viene annullato dal cliente.

Grafici – 

Grafico a Candela (candlestick chart) – Un grafico che indica il range di trading per la giornata ed al tempo stesso i prezzi di apertura e chiusura. Se il prezzo di apertuta è più alto di quello di chiusura il rettangolo tra i due prezzi è ombreggiato, al contrario se è più alto quello di chiusura il rettangolo non è ombreggiato.

Grid – Margine fissato all’interno del quale i tassi di cambio possono fluttuare.

Gross Domestic Product – Il valore totale della produzione di un paese, reddito prodotto all’interno dei confini nazionali.

Gross National Product – Il Gross domestic product (PIL) più i fattori di reddito provenienti dall’estero
TORNA SU


H

Hard Currency – Una qualsiasi delle principali valute mondiali che viene facilmente scambiata e convertita in altre valute.

Head and Shoulders – Una configurazione di tendenza di prezzo che i chartist considerano indichi una inversione di tendenza di prezzo. Il prezzo è salito per un po’ di tempo, al massimo della spalla sinistra; le prese di profitto l’hanno fatto scendere o rimanere invariato. Il prezzo quindi risale in modo rapido fino alla testa prima che altre prese di beneficio causino una discesa del prezzo allo stesso livello della spalla. Un ulteriore modesto rialzo indicherà che una ulteriore grande caduta dei prezzi è imminente. La rottura della neckline è una indicazione di vendita.

Head and Shoulders Bottom – Conosciuto anche come testa e spalle rovesciato, è un pattern di inversione molto conosciuto formato da tre ( o più) minimi con un minimo medio ( la testa) che è minore degli altri minimi ( le spalle) Quando la neckline viene violata, il pattern è completo.

Head and Shoulders Top – Un pattern di inversione molto conosciuto formato da tre ( o più) picchi di prezzo con un picco medio (la testa) superiore agli altri ( le spalle). Questo pattern è completo quando la neckline viene violata. (Vedi Head and Shoulders).

Hedge – Una posizione o combinazione di posizioni che riducono il rischio di una posizione precedente.

Hedge fund – Fondo di investimento privato per operazioni di breve termine ad alto rischio.

Hedged Position – Aprire una posizione long e una posizione short sulla stessa valuta.

Hedging – La pratica consistente nel fare delle operazioni di copertura per proteggersi da perdite in altri investimenti. Le operazioni di copertura riducono la perdita potenziale ma tendono anche a ridurre i potenziali profitti.

High/Low (Alto/Basso) 
Normalmente, il prezzo negoziato più elevato e quello più basso relativi allo strumento di base di un determinato giorno di negoziazione.

Hit The Bid – Vendere al bid.
TORNA SU


I

If Done Order – (I/D) Un ordine condizionato basato di solito su un esistente limit order.

IMF – International Monetary Fund (Fondo monetario Internazionale), istituito nel 1946 per fornire liquidità internazionale a breve e medio termine e favorire la liberalizzazione dei tassi di cambio. Il Fondo Monetario Internazionale aiuta i paesi con problemi della bilancia dei pagamenti con dei prestiti.

IMM – International Monetary Market parte del Chicago Mercantile Exchange (CME) che elenca un numero di valute e volatilità finanziarie implicite; questo è una misura del range del prezzo di mercato previsto di un futures con sottostante valute basato sul premio d’opzione.

Implied Rates – Il tasso di interesse determinato calcolando la differenza fra i tassi spot e forward.
TORNA SU


M

Micro Economics – Lo studio dell’attività economica applicata alle singole società o a ben definiti gruppi di individui o settori economici.

Mid-Price or Middle Rate – Il prezzo a metà strada fra I due prezzi, o la media dei prezzi di acquisto e vendita offerti dal market maker.

Minimum Price Fluctuation – Il più piccolo incremento possibile del prezzo di mercato di un determinato strumento finanziario.

Momentum – Un indicatore tecnico che misura il tasso di cambiamento di uno strumento e che si muove sotto e sopra 100. Interpretazioni rialziste e ribassiste sono trovate guardando le divergenze, gli incroci con la linea centrale e con le letture estreme. Il Momentum può anche riferirsi ad un particolare tipo di stile di investimento o di trading. L’accelerazione dei prezzi è uguale all’aumento del momentum.

Monetary Base – Totale di valuta in circolazione più i depositi richiesti dalla banca centrale.

Moving Average (MA) – Un indicatore tecnico che mostra una media di dati per un certo numero di periodi. Si “muove” perché per ogni calcolo, usa l’ultimo dato di x numero di periodi. Per definizione, una media mobile è in ritardo sul mercato. Una media mobile esponenziale EMA dà maggiore peso ai dati più recenti per cercare di ridurre questo ritardo.
TORNA SU


N

Net Position – La differenza fra il totale delle posizioni long e il totale delle posizioni short in una valuta.
TORNA SU


O

Offer – The price, or rate, that a willing seller is prepared to sell at.

One Cancels Other Order (O.C.O. Order) – A contingent order where the execution of one part of the order automatically cancels the other part.

Open Position – Any deal which has not been settled by physical payment or reversed by an equal and opposite deal for the same value date.

Over The Counter (OTC) – Used to describe any transaction that is not conducted over an exchange.

Overnight Trading – Refers to a purchase or sale between the hours of 9.00 pm and 8.00 am. on the following day.

Offerta – Vedi Bid

Overnight – Operazione che rimane aperta fino al successivo giorno lavorativo.

Ordine – Istruzione di eseguire uno scambio ad un determinato tasso.

Odd Lot – Un importo non standard per una transazione.

Offset – La chiusura o liquidazione di una posizione aperta.

Order – (Vedi Market Order). In momenti di estrema volatilità del mercato può essere difficile o impossibile eseguire ordini.

Oscillator – Un indicatore tecnico che determina quando il mercato si trova in una condizione di ipercomprato o ipervenduto. Quando l’oscillatore raggiunge l’estremo superiore, il mercato è ipercomprato. Quando l’oscillatore raggiunge l’estremo inferiore, il mercato è ipervenduto.

Overbought – Una condizione tecnica che si verifica quando i prezzi sono considerati troppo alti e suscettibili di ribasso. Le condizioni di ipervenduto possono essere trovate analizzando l’andamento del prezzo dal grafico o con indicatori come l’oscillatore stocastico e il Relative Strength Index (RSI). Un forte rialzo da 1.2700 a 1.3200 in due settimane potrebbe portare agli analisti tecnici a credere che lo strumento si trova in una condizione di ipercomprato. Oppure uno strumento è considerato ipercomprato quando lo Stocastico supera 80 e quando il Relative Strength Index (RSI) supera 30. È importante ricordarsi che ipervenduto non vuol dire la stessa cosa che essere bearish. Vuole semplicemente significare che lo strumento è salito troppo e troppo velocemente e che ci potrebbe essere un pullback.

Overnight Limit – Il limite di posizione short o long in una o più valute che un operatore può portare al giorno successivo.

Oversold – Una condizione tecnica che si verifica quando i prezzi sono considerati troppo bassi e maturi per un rally. Le condizioni di ipervenduto possono essere trovate analizzando l’andamento del prezzo dal grafico o con indicatori come l’oscillatore stocastico e il Relative Strength Index (RSI). Un forte calo da 1.3200 a 1.2700 in due settimane potrebbe portare agli analisti tecnici a credere che lo strumento si trova in una condizione di ipervenduto. Oppure uno strumento è considerato ipervenduto quando lo Stocastico è inferiore a 20 e quando il Relative Strength Index (RSI) è inferiore a 30. È importante ricordarsi che ipervenduto non vuol dire la stessa cosa che essere bullish. Vuole semplicemente significare che lo strumento è sceso troppo e troppo velocemente e che ci potrebbe essere un rimbalzo.
TORNA SU


P

Parities – Il valore di una valuta nei confronti di un’altra.

Pegged – Un sistema in cui una valuta si muove in linea con un’altra valuta; alcune valute sono fisse altre hanno libertà di movimento.

Pip (or Points) – The term used in currency market to represent the smallest incremental move an exchange rate can make. Depending on context, normally one basis point (0.0001 in the case of EUR/USD, GBD/USD, USD/CHF and .01 in the case of USD/JPY).

Political Risk – The uncertainty in return on an investment due to the possibility that a government might take actions which are detrimental to the investor’s interests.

Position – Quantità di valuta posseduta da un investitore.

PIP (Performance Index Paper) – La più piccola unità per qualsiasi valuta. Ad esempio nel cambio Euro/Dollaro è pari ad un decimillesimo (0,0001). Viene anche chiamato punto.

Pound – Vedi Sterlina

Prezzi al consumo (Shop Price Index) – Per ogni paese dell’aera euro, indice che misura il tasso di inflazione basandosi su un campione di rivenditori. Questo indice considera solamente i cambiamenti di prezzo nei punti di vendita al dettaglio.

Profit Taking – La chiusura di una posizione per la realizzazione dei profitti

Punto – Vedi PIP

Profit/Loss – Guadagno o perdita “attuale” considerando le posizioni chiuse più il teorico guadagno o perdita sulle posizioni aperte.
TORNA SU


Q

Quote – Un prezzo indicativo di mercato, a seconda del mercato può essere solo un prezzo indicativo non per trading oppure un prezzo su cui è possibile fare trading.

Quote Currency – La seconda valuta di una coppia di valute viene chiamata quote currency. Per esempio nel cambio USD/JPY, lo Yen giapponese è la quote currency. Viene anche chiamata valuta secondaria.
TORNA SU


R

Rally – Un forte recupero di prezzo dopo un periodo di declino.

Range – Distanza fra il massimo e il minimo in un determinato periodo di tempo . Per esempio, il range giornaliero è uguale al massimo giornaliero meno il minimo della stessa giornata.

Rate – Il prezzo di una valuta nei confronti di un’altra.

Reaction – Un calo dei prezzi seguito da un rimbalzo.

Relative Strength Index (RSI) – Un oscillatore popolare sviluppato da Welles Wilder, Jr. e descritto nel suo libro “New Concepts in Technical Trading Systems” pubblicato nel 1978. Il RSI può assumere valori che vanno da 0 a 100. Valori superiori a 70 sono considerati “ipercomprato” e valori inferiori a 30 “ipervenduto”. Quando i prezzi sono superiori a 70 o inferiori a 30 e il RSI diverge dall’azione dei prezzi, questo è un segnale per una possibile inversione del trend.

Reversal Pattern – Un pattern di inversione che si verifica prima della inversione di tendenza di un trend esistente. Per esempio, un pattern di inversione Testa e Spalle segnala una variazione nel trend. Una rottura della neckline indica che il Testa e spalle è completo e che il precedente trend si è invertito.

Resistance Point or Level – Un prezzo riconosciuto essere dagli analisti tecnici un prezzo in cui dovrebbe esserci una respinta ma che se rotto potrebbe portare a movimenti di prezzo significativi.

Revaluation Rate – Il tasso per qualsiasi periodo o moneta, che viene utilizzato per rivalutare una posizione o book.
RFQ (Request For Quote) – Quando un trader chiede live quote da un dealer, invece che prezzi in streaming.

Risk Management – L’individuazione di una potenziale perdita e la gestione del rischio di solito rispettando diverse regole e linee guida.

Risk Position – Una attività o passività che è esposta alle fluttuazioni di valore a causa delle variazioni dei tassi di cambio o dei tassi di interesse.

Risk-to-Reward Ratio – Un calcolo che corrisponde al potenziale guadagno diviso per il potenziale rischio di una posizione. Una posizione long entrata a 100 con un possibile guadagno stimato a 120 e un possibile rischio a 90 avrebbe per esempio un rapporto guadagno/rischio di 20:10 o 2 a 1. Generalmente un maggiore rapporto guadagno/rischio rende più appetibile una operazione. Per una posizione long, il guadagno potenziale dovrebbe essere basato su proiezioni di rottura, livelli di resistenza o ritracciamenti stimati. Il potenziale rischio dovrebbe essere basato su livelli di supporto, stop loss ecc.

Round Trip – Il comprare e il vendere un determinato ammontare di valuta.

Resistance – A price level at which you would expect selling to take place.

Risk Capital – The amount of money that an individual can afford to invest, which, if lost would not affect their lifestyle.

Rollover – Where the settlement of a deal is rolled forward to another value date based on the interest rate differential of the two currencies.
TORNA SU


S

Sell = (vendita) posizionarsi short sul mercato con aspettative ribassiste;

Sell Limit = ordine di vendita di un dato strumento ad un prezzo superiore di quello corrente. Quando il mercato arriva al prezzo limite, scatta il sell limit che diventa un ordine al meglio;

Sell Stop = ordine per la vendita di un dato strumento ad un prezzo inferiore al livello impostato. Se il mercato, supera il prezzo impostato (trigger) l’ordine va al mercato e viene eseguito;

Settlement – Actual physical exchange of one currency for another.

Short – To go ‘short’ is to have sold an instrument without actually owning it, and to hold a short position with expectations that the price will decline so it can be bought back in the future at a profit.

Spot – A transaction that occurs immediately, but the funds will usually change hands within two days after deal is struck.

Spread – The difference between the bid and offer (ask) prices; used to measure market liquidity. Narrower spreads usually signify high liquidity.

Stop Loss Order – An order to buy or sell at the market when a particular price is reached, either above or below the price that prevailed when the order was given.

Support Levels – A price level at which you would expect buying to take place.

Sterlina – GBP, Valuta di riferimento del Regno Unito

Stop profit – Tipo di ordine dove una posizione aperta è automaticamente chiusa ad un prezzo specifico prestabilito per incassare un guadagno.

Strumento (finanziario) – Bene sul quale si effettuano le operazioni, nel caso del FOREX le valute.

Same Day Transaction – Una transazione con scadenza nello stesso giorno.

Security Deposit – L’importo necessario per aprire o mantenere una posizione. Conosciuto anche come ‘margin’

Sell Signal – Una condizione che indica che indica un segnale di vendita. I vari segnali di vendita sono determinati dagli indicatori che utilizza un analista. Per esempio, è spesso considerato un segnale di vendita quando l’RSI scende al di sotto del 50.

Selling Rate – Prezzo al quale una istituzione finanziaria o un dealer sono disposti a vendere una valuta estera. Conosciuto anche come “ask” o “offer”.

Settlement Date – La data in cui un contratto viene regolato.

Settlement Risk – Il rischio derivante dal pagamento fatto ad una controparte senza che la controparte abbia
eseguito il suo pagamento. Il rischio è che il pagamento della controparte non sia ricevuto.

Short-Term Interest Rates – Di solito il tasso di interesse a 90 giorni.

Sidelined – Una valuta principale che è poco scambiata a causa del maggiore interesse del mercato in altre valute.

Signal Line – Anche conosciuta come “trigger line”, è una media mobile di un altro indicatore che è usata per generare segnali di acquisto e vendita. Probabilmente la linea di segnalazione più utilizzata è quella costruita intorno alla visualizzazione dell’indicatore MACD. Un segnale di acquisto è generato quando la linea MACD supera la linea di segnalazione e un segnale di vendita è generato quando la linea MACD scende sotto la linea di segnalazione.

Simple Average – Una media mobile che dà uguale peso ad ogni prezzo giornaliero.

Slippage – Si riferisce al numero di pips negativo fra il prezzo al quale si voleva che l’ordine fosse eseguito rispetto a quello effettivamente eseguito.

Soft Market – Un mercato in cui ci sono più venditori potenziali che compratori, che crea le condizioni per una rapida caduta di prezzi.

Spot Next – Lo swap overnight dalla data dello spot al giorno lavorativo successivo.

Spread – La differenza fra i prezzi ask e bid. In generale, i cambi più liquidi (alto volume) hanno spreads più bassi. I cambi meno liquidi (volume basso) di solito hanno spreads maggiori.

Square – Gli acquisti e le vendite sono in equilibrio e il trader o il dealer non hanno posizioni aperte.

Squawk Box – Uno speaker connesso ad un telefono spesso usato nei trading desks.

Squeeze – Azione di una banca centrale per ridurre l’offerta in modo da far aumentare il prezzo della valuta.

Stable market – Un mercato attivo che può assorbire grandi vendite e acquisti di valuta senza grandi movimenti di prezzo.

Standard – Termine che si riferisce a importi e scadenze.

Sterilization – Attività di una Banca Centrale in un mercato monetario nazionale per ridurre l’impatto sull’offerta di moneta di un suo intervento nel Forex.

Sterling – Termine utilizzato per indicare il British pound, la sterlina, anche conosciuta come cable.

Stochastic Oscillator – Un indicatore tecnico di momentum sviluppato da George Lane che misura il prezzo di uno strumento relativo al range massimo/minimo di un determinato periodo. L’indicatore oscilla fra lo 0 e il 100. Un valore inferiore a 20 è considerato ipervenduto (oversold) e un valore superiore a 80 è considerato ipercomprato (overbought). Un valore di 30 nell’oscillatore stocastico a 14 periodi indica che il prezzo attuale è superiore del 30% al minimo più basso degli ultimi 14 giorni e del 70% inferiore al massimo più elevato. L’oscillatore stocastico può essere usato come qualsiasi altro oscillatore per determinare condizioni di mercato ipercomprato/ipervenduto, divergenze positive e negative e attraversamenti della linea centrale.

StochRSI – Un oscillatore utilizzato per determinare condizioni di ipercomprato (overbought) o ipervenduto (oversold) nel RSI. Poiché l’RSI può andare avanti per diverso tempo senza diventare overbought (sopra 70) oppure oversold (sotto 30), lo StochRSI fornisce un mezzo alternativo per identificare queste estremità. Lo StochRSI è trovato applicando la formula dello Stocastico al RSI – da qui il suo nome. In quanto indicatore di RSI, misura il valore dell’RSI relativo al range minimo/massimo su di un determinato numero di periodi. Quando l’RSI registra un nuovo minimo nel dato periodo, lo StochRSI sarà a zero. Quando l’RSI registra un nuovo massimo, lo StochRSI sarà a 100.

Stocky – Termine utilizzato per indicare la corona svedese.

Support – Un livello di prezzo al quale ci si aspetta ci siano dei compratori; una rottura di un supporto di solito porta a una caduta dei prezzi. Vedi Resistance

Swap Price – La differenza di prezzo fra le due date di swap.

Swap – L’acquisto e la vendita simultanei dello stesso importo di una determinata valuta in due date diverse, contro la vendita e l’acquisto di un’altra. Uno swap può essere uno swap su di un forward. In sostanza, fare uno swap è qualcosa di simile al prendere in prestito una valuta e darne in prestito un’altra per lo stesso periodo di tempo. Tuttavia, qualsiasi tasso di rendimento o costo dei fondi viene espresso nel differenziale fra le due parti della transazione. È essenzialmente costituito da uno spot e forward opposto.

Swissy – Termine utilizzato per indicare il franco svizzero.

Symmetrical Triangle – Un modello grafico laterale tra due trendlines convergenti in cui la trendline superiore è in diminuzione e quella inferiore in aumento. Questo pattern evidenzia un equilibrio fra compratori e venditori, anche se il trend precedente di solito riprende. La rottura di una delle due trendline segnala la nuova tendenza dei prezzi.
TORNA SU


T

Technical Analysis – An effort to forecast future market activity by analyzing market data such as charts, price trends, and volume.

Tomorrow to Next (Tom Next) – Simultaneous buying and selling of a currency for delivery the following day and selling for the next day or vice versa.

Trend = (tendenza) direzione dei prezzi;

Two-Way Price – Rates for which both a bid and offer are quoted.

Target – Obiettivo, è il risulatato che un gestore si propone effettuando un’operazione.

Tasso di cambio (Exchange Rate) – Prezzo di una valuta esprezzo nei termini di un’altra.

Tick – Cambio minimo del prezzo di uno strumento.

Trade – Commercio, scambio.

Thin Market – Un mercato il cui volume di trading è basso e in cui, di conseguenza, gli spreads sono ampi e la liquidità degli strumenti scambiati bassa.

Trade Date – La data in cui l’operazione è avvenuta.

Tradeable Amount – Il lotto minimo per una operazione.

Trader – Un individuo il cui obiettivo è di trarre profitto dai movimenti di prezzo.

Trailing Stop – Un livello di stop-loss impostato sotto o sopra il prezzo di mercato che si aggiorna in base alle variazioni di prezzo. In una posizione long, il trailing stop dovrebbe essere messo sotto il prezzo corrente e dovrebbe crescere all’aumentare del prezzo. Se il prezzo dovesse scendere e raggiungere il trailing stop, allora lo stop-loss verrebbe toccato e la posizione chiusa. Fintanto che il prezzo rimane sopra al trailing stop, la posizione è mantenuta. Indicatori come il Parabolic SAR o le medie mobili possono essere usati per impostare trailing stops. Gli stop diventano ordini di mercato quando sono eseguiti, di conseguenza l’ordine può non essere eseguito al prezzo desiderato. Ne deriva che il rischio iniziale può essere stimato ma non garantito.

Transaction Date – La data in cui la transazione è avvenuta.

Transaction – L’acquisto o la vendita di valute risultante dall’esecuzione di un ordine.

Trendlines – Linee dritte disegnate su un grafico al di sotto dei picchi minimi (in un uptrend) o sopra i picchi di massimo (in un downtrend) che determinano la pendenza del trend attuale. La rottura di una trendline di solito indica una inversione di tendenza.
TORNA SU


U

Uncovered – Un altro termine per indicare open position.

Uptick – Prezzo più alto del valore precedente.

US Prime Rate- The rate at which US banks will lend to their prime corporate customers.
TORNA SU


V

Value Spot – Di norma regolamento in due giorni lavorativi a partire da oggi.

Variation Margin – Un ulteriore requisito di margine di cui il broker ha bisogno dal cliente a causa delle variazioni del mercato.

Vostro Account – Un conto in valuta locale mantenuto con una banca da parte di un’altra banca. Il termine è normalmente applicato all’account della controparte dal quale i fondi possono essere pagati o prelevati, a seguito di una transazione.

Volatilità – Misura statistica dei movimenti di prezzo in un mercato rispetto al tempo.

Volume – Quantità che misura gli scambi totali su un determinato strumento finanziario.
TORNA SU


W

Wash Trade – Una operazione che non produce nè un guadagno nè una perdita.

Weighted Average – Una media mobile che usa un determinato arco temporale, ma che dà maggior peso ai prezzi più recenti.

Whipsaw – Termine utilizzato per indicare una condizione di alta volatilità nel mercato dove un brusco movimento di prezzo è velocemente seguito da una brusca inversione.

Working Day – Un giorno in cui le banche di un centro finanziario valutario sono aperte. Nelle transazioni FX, un giorno lavorativo si verifica solo quando entrambe le banche di un centro finanziario sono aperte per affari (tutti i centri finanziari delle principali valute nel caso di un cambio sono aperti).